Ipazia 2016, Terre Nobili

Ipazia è stata una matematica e filosofa vissuta nell’antica Grecia, martire della libertà di pensiero.. Un simbolo di forza e orgoglio che riscontriamo nell’omonimo vino a firma di Lidia Matera (Terre Nobili) nella versione 2016. “Profondo nel colore rubino molto carico con orlo violaceo, profumo complesso, intenso, persistente, fine ampio con sentori di piccoli frutti rossi boschivi e lievi di iris, cotognata ed eucalipto al quale segue un gusto avvolgente e speziato con tannini decisi ma aggraziati”.. una poesia di altri tempi, insomma.


Denominazione vino: Ipazia

Designazione: I.G.P. Calabria

Produttore: Terre Nobili (Calabria)

Anno vendemmia: 2016

Titolo alcolometrico: 14,5 %

Vitigno: Nerello cappuccio e mascalese 100%

Vinificazione: Macerazione sulle bucce per 20 giorni con numerose follature. Le tecniche in vigna, ivi compreso il diradamento estivo dei grappoli, sono tutte mirate a contenere la produzione tra i 1000 ed i 1100 grammi di uve per pianta. I grappoli vengono selezionati singolarmente da occhi e mani esperte prima di iniziare la vinificazione che prevede, tra l’altro, un salasso del 20% ed un lungo periodo di macerazione. Fermentazione alcolica in acciaio inox.

Temperatura di servizio consigliata: 18°

Fascia di prezzo: 13 Euro circa (bottiglia da 0,75 l)

Abbinamenti consigliati: Carpaccio di manzo

Degustazione
Ipazia 2016 si presenta di un rubino scuro pieno.  Al naso è intenso e abbastanza complesso, sentori vivi di frutti di bosco e frutti a bacca rossa uniti ad accenni di sentori erbacei. In bocca è caldo, morbido e abbastanza fresco. Tannini delicati e avvolgenti.

Cantina
A metà anni 60, Ennio Matera costituisce l’azienda agricola “Terre Nobili”, a Montalto Uffugo, un paesino della provincia di Cosenza, nel cuore della Calabria.. Dal 2000 la guida passa alla figlia Lidia, la quale ha saputo dare una svolta qualitativa all’azienda ottenendo numerosi riconoscimenti per il lavoro di valorizzazione dei vini del territorio. Attualmente si coltivano le varietà autoctone calabresi, magliocco, greco, nerello cappuccio e nerello mascalese.

C.da Cariglialto – 87046 Montalto Uffugo (Cs)

Share