“Il Marinetto” 2016, Sergio Arcuri

Non è un luogo comune che Calabria e Puglia producano tra i migliori rosati d’Italia, soprattutto se parliamo di valorizzare i vitigni autoctoni. Il “Il Marinetto” di Sergio Arcuri percorre proprio questa strada. Il rosato della cantina Arcuri è prodotto con uve gaglioppo (allevate ad alberello in conduzione biologica) in purezza. Qualche mese fa abbiamo provato l’annata 2015 e ci aveva impressionato non poco. Il Marinetto versione 2016, a nostro avviso, è maggiormente intenso e con una vena di acidità ancora più marcata che mette in risalto il bouquet.

Sergio Arcuri, inoltre, è membro del movimento “Triple A” (sigla indicata sulla bottiglia che indica: Agricoltori/Artigiani/Artisti), ovvero, un associazione che si pone l’obiettivo di rispettare di alcune regole fondamentali di onestà e coerenza lontane dalle logiche delle multinazionali e dallo sfruttamento. Il manifesto dei produttori “Triple A” indica i criteri di selezione fondamentali che accomunano gli ultimi superstiti che producono vini degni di essere un mito come è sempre stato nella storia dell’uomo.

Che dire? Chapeau!


Denominazione vino: Il Marinetto

Designazione: I.G.P. Calabria

Produttore: Sergio Arcuri (Calabria)

Anno vendemmia: 2016

Titolo alcolometrico: 13,5%

Vitigno: Gaglioppo (biologico)

Vinificazionepigiatura e diraspatura meccanica, contatto con le bucce per poche ore in vasca aperta in cemento, svinatura del solo mosto fiore senza pressare le bucce. Fermentazione alcolica in tini di cemento e affinamento negli stessi per 6 mesi.

Temperatura di servizio consigliata: 12°

Fascia di prezzo: 13-16 Euro circa (bottiglia da 0,75 l)

Abbinamenti consigliati: Soppressata calabrese.

Degustazione
Il Marinetto 2016 si presente nel bicchiere di un rosa cipolla acceso e luminoso. Al naso si evidenziano sentori freschi di agrumi, un bouquet avvolgente e intenso. In bocca è di medio corpo, caldo, morbido, caratterizzato dalla freschezza che lo contraddistingue. Finale equilibrato e con una sapidità mai invasiva.

Cantina
L’azienda Arcuri inizia la sua avventura a Cirò nel 1880 con il bisnonno Peppe. In seguito, la gestione passò a Peppe Arcuri il quale già a 9 anni ereditò l’esperienza e la tecnica di vignaiolo, divenendo ben presto innestatore e coltivatore di viti. Dal 2009, dopo lavori di ammodernamento della cantina, Sergio e il fratello Francesco, hanno finalmente avviato l’imbottigliamento. Attualmente, Arcuri produce un Cirò Rosso Classico Superiore (Aris) ed un rosato (Il Marinetto), ottenuti da vigneti coltivati con metodologia biologica. Due ettari di viti vecchie coltivati ad alberello con basse rese e due ettari più giovani impiantati nel 2005 a cordone speronato.

Azienda Agricola Sergio Arcuri

Via Roma Vico III, 3 88811 Cirò Marina (Kr)

Share