Donnalaura 2013, Masseria Frattasi

Donnalaura (annata 2013, quella proposta in degustazione in questo articolo)  di Masseria Frattasi è tra i migliori vini bianchi d’Italia secondo Luca Maroni. Donnalaura è l’emblema del luogo di origine della falanghina, Montesarchio, con due biotipi, uno conosciuto ora in tutta la Campania e un altro più raro, esuberante, e con grande acidità.

Laura è la nonna del proprietario della casa vinicola, Pasquale Clemente. Siamo a Montesarchio nella provincia di Benevento (Campania), più esattamente nel territorio del Sannio, una regione storico-geografica dell’Italia meridionale abitata dal popolo dei Sanniti tra il VII-VI secolo a.C. e i primi secoli del I millennio d.C. Il Sannio comprendeva, in pratica, la zona appenninica, fra l’Abruzzo, il Molise, la Campania, la Lucania e la Puglia. Un territorio da sempre legato al vino,. Lo testimonia il fatto che, nei terreni di Masseria Frattasi, sono venuti fuori degli orci della capienza di un quintale, dove veniva conservato il vino nelle aziende vinicole romane.

Una curiosità: l’etichetta rappresenta il pavimento maiolicato disegnato dal ceramista settecentesco Giustiniani nella masseria di famiglia.


Denominazione vino: Donnalaura

Designazione: D.O.P. Falanghina del Sannio Taburno

Produttore: Masseria Frattasi (Campania)

Anno vendemmia: 2013

Titolo alcolometrico: 14 %

Vitigno: 100% falanghina, piante dai 45 ai 120 anni prefillossera

Vinificazione: Macerazione pellicolare prefermentativa a freddo. Pressatura soffice e fermentazione a temperatura controllata. Fermentazione malolattica parziale. Affinamento 6 mesi in barriques e successivo riposo in bottiglia. 

Temperatura di servizio consigliata: 12-14°

Fascia di prezzo: 15-20 Euro circa (bottiglia da 0,75 l)

Abbinamenti consigliati: zuppa di pesce.

Degustazione
Donnalaura 2013 è di un giallo dorato con riflessi armoniosi a tono. E’ luminoso, vivo ed elegante nel bicchiere. Al naso imperversano sentori di maturato di melone, ananas e vaniglia, pesca ed albicocca, erbaceo fresco e balsamico. In bocca l’assaggio è secco, caldo, morbidissimo e piacevole. L’alcol è ben equilibrato dalla freschezza e dalla gioiosità del palato che assapora la morbidezza sfrontata di questo vino. Donnalaura 2013, ricordiamolo, si ottiene da una vendemmia tardiva (dicembre), pertanto, l’aspetto della maturazione al limite dell’uva dona al vino una struttura capace di durare negli anni, mantenendo intatte le sue caratteristiche. Finale lungo e minerale.

Cantina
L’azienda Masseria Frattasi ha sede a Montesarchio nella provincia di Benevento (Campania). Essa si sviluppa nella masseria vera e propria, nella nuova cantina interrata, di oltre mille metri quadrati, realizzata con i più sofisticati materiali della scienza enologica. I rivestimenti esterni sono stati realizzati con basoli di calcare bianco. Il portale ha inserti di particolari lastre di terracotta di tombe sannite di una necropoli del V secolo avanti Cristo rinvenuta durante i lavori di scasso nel vigneto della Masseria Feoli, nella frazione Varoni di Montesarchio. Le varietà di vite coltivate sono quelle tipiche del Sannio Caudino. Proprio sotto al Taburno sopravvisse la varietà falanghina negli anni della filossera, e qui nel punto più meridionale del massiccio calcareo negli anni Sessanta era rimasta l’unica enclave coltivata. Ancora oggi nel Sannio dire Falanghina di Bonea significa parlare della migliore e più rinomata qualità del vitigno. Negli anni cinquanta del secolo scorso il titolare della masseria, don Antonio Cecere salvò la Falanghina che sopravvisse solo ai piedi del Taburno, fra Montesarchio e Bonea. Come il Greco è di Tufo, così la Falanghina è di Bonea. Per questo motivo il vino dell’azienda si chiama proprio Falanghina di Bonea. La barricaia, le stanze per la conservazione della riserva sono ubicate direttamente nella masseria, con umidità e temperatura costanti tutto l’anno. La maturazione avviene in botti di legno da 225 litri, nuove, di rovere francese ottenuto nelle foreste di Allier, Vosgi e Never.

Masseria Frattasi
Via Frattasi, 1 82016 – Montesarchio (BN)

 

Share